Zone climatiche

Mappa delle zone climatiche

Zona Climatica A = pallino rosso
Zona Climatica B = pallino arancio
Zona Climatica C = pallino giallo
Zona Climatica D = pallino azzurro
Zona Climatica E = pallino bluette
Zona Climatica F = pallino blu oltremare

La suddivisione del territorio italiano in  zone climatiche è da attribuirsi al  DPR n°412 del 26-08-1993 - Regolamento recante norme per la progettazione, l’installazione, l’esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento dei consumi di energia, in attuazione dell’art. 4, comma 4, della legge 9 gennaio 1991, n. 10, un decreto attuativo della legge 10/91, la legge quadro in materia di uso razionale dell'energia e di risparmio energetico sul territorio nazionale.

Le zone climatiche italiane sono sei e vengono identificate con le lettere A,  B,  C,  D,  E,  F e ciascuna è definita in funzione dei valori gradi-giorno (GG).
I gradi giorno sono specifici di ogni località, indipendentemente dalla posizione geografica, pertanto ad ogni Comune di Italia corrisponde uno specifico valore gradi-giorno.
Matematicamente i gradi-giorno si calcolano come la somma, estesa a tutti i giorni di un periodo annuale convenzionale di riscaldamento, delle sole differenze positive giornaliere tra la temperatura dell'ambiente, convenzionalmente fissata a 20°C, e la temperatura media esterna giornaliera.
Per il fatto che i gradi-giorno dipendendono dalla temperatura media esterna giornaliera è comprensibile che località ubicate nella stessa regione e/o nella medesima provincia, siano connotate da un numero di gradi-giorno differente. Infatti la temperatura media esterna giornaliera è influenzata dai fattori geografici, come l'altezza sul livello del mare, la protezione dai venti dominanti, la vicinanza al mare o a specchi d'acqua, ecc